Eclissi di Luna all’Agriturismo La Moschella- Cerignola (Fg)

Dove è preferibile recarsi per ammirare lo splendido spettacolo dell’eclissi lunare, che avverrà martedì prossimo, 16 Luglio? Secondo gli esperti  sarà parziale e il picco è previsto in tarda serata. Sicuramente è meglio raggiungere  un luogo lontano dai centri urbani e dalle luci artificiali, dove il cielo sia ben visibile e dove si può stare tranquillamente con il naso all’insù per tutto il tempo che si desidera.

L’eclissi lunare è un fenomeno abbastanza raro, e per questo assai affascinante. A differenza di dell’eclissi solare, quella lunare può essere ammirata ad occhio nudo, senza utilizzare alcuno strumento per proteggere gli occhi. Nella notte tra il 16 e il 17 Luglio avverrà un’altra congiunzione astrale abbastanza inusuale, quella tra la Luna e Saturno, mentre il pianeta Giove sarà più splendente e visibile del solito.

Proprio perché si tratta di un evento raro, l’eclissi lunare può diventare un momento di incontro e di festa. E può essere anche l’occasione giusta per visitare un luogo diverso, lontano dal centro abitato e immerso nella natura. L’agriturismo “Moschella”, sito in Contrada Moschella a Cerignola (Fg) ha organizzato per la serata del 16 Luglio la “Festa della Luna”, a partire dalle ore 19.30.

La serata prevede un concerto acustico della formazione franco-italiana “Tascabilissimo”, costituito da due voci e tre strumenti: viola, violino e organetto diacronico. Sarà molto piacevole lasciarsi trasportare dall’energia di composizioni originali e musica popolare.

Durante la serata saranno presenti alcuni produttori locali che presenteranno al pubblico presente i prodotti realizzati con ingredienti e materie prime rigorosamente selezionate provenienti da agricoltura biologica.

Maria, di Delsud, ceci e origano bio in tutte le forme.

Liliana, del Bosco delle rose, con marmellate e conserve artigianali biologiche.

Emanuela, con i vini Aglianico del Vulture delle Cantine Mastrodomenico.

Alessia, con Physis, prodotti per la cura del corpo artigianali e naturali.

Michele, mastro birraio di Rebeers.

Ingresso 7€ adulti 5€ bambini

Ristorazione a partire da 5 euro

È gradita prenotazione per mail (info@agriturismomoschella.com) o chiamando al 351 558 33 18

 

Agriturismo Moschella: info

La storia di questo luogo e della costruzione che qui si erge risale con molta probabilità agli inizi dell’Ottocento. L’edificio all’epoca era utilizzato per offrire ristoro ai viaggiatori e ai viandanti che attraversavano il territorio del Tavoliere e della Lucania. Sicuramente la costruzione venne adibita anche a luogo in cui i pastori si riposavano durante la transumanza delle greggi. Questo luogo, ricco di storia e tradizione, offre oggi ai visitatori tutti i confort di cui hanno bisogno (camere spaziose, ottimo cibo, veduta panoramica). L’agriturismo è situato nel Parco Regionale dell’Ofanto, al confine tra la Puglia e la Basilicata. Un luogo immerso nella natura che invita ad un sano relax tra passeggiate e itinerari storici e religiosi. Il B&B dispone di quattro stanze per un totale di 12 posti letto. La sala interna, adibita a ristorante, è in grado di ospitare fino a 40 posti a sedere. Si può gustare, su prenotazione, ottima cucina tipica pugliese e lucana.

La struttura si trova sulla SP 91 in Contrada Moschella a Cerignola (Fg).

Per info e prenotazioni contattare il 351 558 33 18

 

Condividi per favore sui tuoi social preferiti

Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Autore dell'articolo: Cristiana Lenoci

Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Lascia un commento