Dal dolore alla Speranza di Alfonso Santamaria: nel libro la storia di Tonino Scardigno, rinato dopo la dipendenza dalla droga

Alfonso Santamaria, autore del libro intitolato “Dal dolore alla speranza” in vendita in questi giorni presso la libreria Biblyos di Cerignola, ha inserito alcune storie locali tra le ventuno raccolte grazie all’esperienza radiofonica di Radio Giovani Arcobaleno. Il ricavato della vendita del volume, il secondo dopo “La luce del mondo”, sarà devoluto dallo scrittore cerignolano a “Save The Children”, per aiutare le famiglie bisognose di Beirut, la città del Libano colpita  da una violenta esplosione che ne ha devastato “il cuore”.

Si tratta di storie toccanti, per certi versi anche crude, sicuramente tali da rimanere a lungo impresse nella memoria. Vorrei condividerne alcune, anche perché- riguardando nostri concittadini appunto- viene spontaneo sentirli immediatamente più vicini. Io stessa ho apprezzato molto la scelta di Santamaria di parlare di Cerignola attraverso la testimonianza diretta di chi, avendo attraversato il tunnel della disperazione, ha visto la luce e vuole raccontarlo agli altri.

C’è la storia, particolarmente intensa, di Antonio Scardigno, dai più conosciuto come “Tonino”, che è riuscito a disintossicarsi dalla droga e, ormai da anni con lo stesso immutato entusiasmo, aiuta gli altri a farlo. “Avevo circa quindici anni, mi facevo le canne. Poi conosci uno che fa uso di droghe più pesanti, tu cerchi di aiutarlo e alla fine ti ritrovi dentro senza volerlo. Questa persona era un mio amico, che all’epoca già faceva uso di eroina. Pensavo di aiutarlo, invece mi sono ritrovato io in mezzo alla sua stessa storia. In fondo mi sono fregato da solo, perché in realtà lui ha sfruttato la situazione”. Comincia così il racconto di Tonino, intervistato in radio da Alfonso per parlare della sua esperienza.

Ne sono uscito a 30 anni, ora ne ho 58”, prosegue Tonino, che per disintossicarsi ha intrapreso il cammino in una comunità di recupero per tossicodipendenti: la comunità Emmanuel di Lecce, quella fondata da padre Mario Marafioti.

Per procurarsi la droga, Tonino ha anche rubato e spacciato. E per lui si sono spalancate le porte del carcere. Un’altra esperienza “forte” difficile da dimenticare, dalla quale ha imparato molto. “E’ successo tutto a Milano, dove io vivevo. Poi mi sono trasferito a Cerignola, e nel 1986 sono entrato in comunità. Il carcere non aiuta. Finchè non sei tu a decidere di cambiare vita, non c’è carcere che tenga”, ha detto.

Nel 1989 Don Nunzio Galantino ha fondato a Cerignola una comunità di aiuto dopo l’incontro con Vincenzo Muccioli, il fondatore di San Patrignano. “All’epoca si andava a Lecce per fare i colloqui, così ci siamo presentati a Don Nunzio in tre o quattro e gli abbiamo proposto di fare qualcosa qui a Cerignola”.

Da lì, insieme a Don Nunzio Galantino, allora parroco della Chiesa Madre in Terra Vecchia, è cominciato tutto, con l’apertura di un centro di ascolto per giovani con problemi di dipendenza. Nel 1992 è nata l’associazione, in seguito il laboratorio di ceramica”.

Attualmente Antonio è presidente del centro d’ascolto Emmanuel, che organizza percorsi congiunti tra genitori e figli, attraverso gruppi di sostegno che coinvolgano anche altre realtà territoriali, come ad esempio la scuola.

Una bella testimonianza che invito a leggere direttamente sul libro scritto da Alfonso Santamaria. Antonio è un cerignolano che ce l’ha fatta e che oggi aiuta chi brancola nel buio a causa della dipendenza da droghe a ritrovare la speranza perduta.

Associazione Emmanuel Pagina Facebook

www.emmanuelcerignola.org

 

Condividi per favore sui tuoi social preferiti

Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Autore dell'articolo: Cristiana Lenoci

Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Lascia un commento