Come calcolare le spese notarili

Una figura professionale molto importante è quella del notaio, che è indispensabile nel momento in cui si sta per acquistare una casa, si sta preparando un testamento o per costituire una società. Tutti questi sono servizi che hanno un costo, chiamate spese notarili, e variano da notaio a notaio. Per questo ci si avvale di numerosi strumenti per trovare un prevenivo in cui confrontare i diversi prezzi proposti dai professionisti del settore.

La parcella del notaio verrà presentata direttamente al cliente con preventivi che comprenderanno tutte le spese e le tasse collegate alla pratica in modo chiaro e trasparente.

Qual è il costo di un notaio?

Per calcolare in modo adeguato il costo di un notaio è necessario rivolgersi a un professionista del settore per avere un preventivo dettagliato.

Calcolare le spese delle imposte in modo preciso non è molto semplice in quanto sono da considerare numerosi fattori, che potrebbero variare in base al tipo di atto da registrare (compravendita di una casa, mutuo prima casa, costituzione di una società o di una associarne, ecc.)

Il modo più semplice e pratici per poter ottenere informazioni sui costi di un notaio, è quello di utilizzare i servizi di cerca notaio online, come Notaiofacile, che permettono di trovare, attraverso un apposito motore di ricerca, il professionista più adatto ad ogni tipo di esigenza notarile. Dopo aver utilizzato la piattaforma, si viene ricontattati dal professionista (in tempi solitamente brevi, entro le 24 ore) che propone un preventivo, senza impegno, in base al quale valutare se accettare o meno la consulenza.

Tra le spese notarili ci sono tasse e imposte che il notaio dovrà versare allo Stato per conto del cliente e che quindi dovranno essere poi riscosse. Un’altra spesa necessaria potrà essere quella della registrazione dell’atto, come ad esempio atti di compravendita immobiliare o costitutivi di società che avranno un valore effettivo solo dopo la loro registrazione.

In seguito vi saranno spese riguardanti eventuali controlli e verifiche che il notaio è tenuto a svolgere per garantire la legalità del contratto che si sta per sottoscrivere. Inoltre, un altro suo compito è quello di conservare tutti gli atti nel corso del tempo, un servizio che prevede sempre un costo.

Infine bisogna calcolare le spese per la redazione dell’atto stesso, per la consulenza fornita e per la formulazione e la sottoscrizione dell’atto: parliamo della parcella notarile.

Quindi, come abbiamo visto, il costo del notaio non comprende solo la sua parcella, ma anche le varie spese e tasse che si andranno a pagare allo Stato e che quindi non rientrano tra le voci del compenso per il lavoro svolto.

 

Condividi per favore sui tuoi social preferiti

Autore dell'articolo: Cerignolaonline.it

Lascia un commento