Barbara & Venus sono tornate in Viale Roosevelt: i cani liberi scelgono dove stare

Sicuramente molti di voi conoscono la storia di Barbara & Venus, le due cagnolone arrivate in Viale Roosevelt durante lo scorso lockdown e rimaste in questa strada finchè, a causa del malumore di qualcuno e delle minacce ricevute da alcuni proprietari di cani, si è pensato di allontanarle in un’altra zona fuori Cerignola.

Una decisione dura, sofferta, soprattutto da parte di chi si è preso cura con amore e dedizione di queste due docili creature, abituate alle persone e alle coccole. I bambini del quartiere erano soliti giocare mentre loro dormivano sornione nei paraggi, senza mai mostrare segni di impazienza o altro. Le uniche intemperanze capitavano con qualche cane che arrivava da altre zone, ma si sa, si tratta di animali e per loro il territorio è un concetto imprescindibile.

Grazie alla disponibilità di Gabriella e Giuseppe Izzi, i due cani sono stati accolti benissimo in un luogo non distante dal centro abitato.  Proprio qualche mese fa, sono stati completati i lavori di costruzione di una cuccia spaziosa per l’inverno. Ad occuparsi della realizzazione della casetta in legno è stato Nicola Palieri, un volontario che ha prestato il suo aiuto per rendere ancora più accogliente lo spazio riservato ai due cani.

Ma stamattina presto la scoperta: Barbara e Venus sono tornate, esattamente nel luogo in cui sono arrivate la prima volta. Come se tutti questi mesi non fossero mai passati.

I cani liberi scelgono dove stare

Chi conosce bene i cani, sa che quelli liberi, abituati a vivere per strada e non costretti in casa, di solito scelgono il posto in cui stare. E quando vengono allontanati, tendono a tornarvi. “Sembra quasi che abbiano subodorato l’arrivo di un nuovo lockdown”, ha detto Mariella D’Anna, abitante di Viale Roosevelt che fin dal primo momento si è presa cura dei due animali, insieme alla figlia Francesca e alla signora Gabriella Manzari.

Fatto sta che stamattina ce le siamo ritrovate sotto casa, tutte e due”, prosegue Mariella. Barbara e Venus hanno ripreso possesso del loro spazio, nelle aiuole allestite per loro in erbetta sintetica. Ma stavolta nessuno proverà a portarle via. “Non ce la sentiamo”- dice Mariella- in fondo loro sono cani liberi e possono stare dove vogliono. Certo continueremo a dargli da mangiare e bere, e speriamo soltanto che vengano rispettate come meritano”.

Qualche commerciante non è contento del loro ritorno, per alcuni la presenza di questi due cani è fastidiosa, indecorosa. “Barbara e Venus non sporcano, lo abbiamo già visto mesi fa, sono docili, ma è normale che non vanno aizzate e soprattutto infastidite come è successo in passato”, prosegue Mariella.

Siamo d’accordo le sue parole. A pensarci bene, ci è data un’altra occasione per imparare il rispetto e la civile convivenza tra noi e gli animali, in un periodo così difficile per tutti.

Non perdiamola, anzi consideriamola con gratitudine. Ci sono ancora animali che, nonostante tutto, scelgono di viverci accanto. Mostriamoci degni di questa fiducia.

 

 

Condividi per favore sui tuoi social preferiti

Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Autore dell'articolo: Cristiana Lenoci

Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Lascia un commento