Stupidi: domenica 24 marzo di nuovo in scena l’associazione “Skiud”

Se volete trascorrere un pomeriggio domenicale al teatro per gustare una commedia divertente messa in scena dall’associazione locale “Skiud”: l’appuntamento replica domani, 24 marzo, alle ore 18.30 presso la Sala Teatro del Convento. Costo del biglietto 5 euro (posto unico). Info: 340-8226297

L’associazione teatrale Skiud ha debuttato il 16 marzo con lo spettacolo STUPIDI. E’ una favola comica che racconta come in un villaggio ucraino sotto una maledizione che rende tutti gli abitanti stupidi capita un insegnate che con una serie di peripezie riuscirà a spezzare il sortilegio. Dai toni brillanti questa commedia narra come gli uomini si lascino condizionare dagli stereotipi.

Una commedia ben confezionata e che vede collaborazioni con il maestro Francesco Chiappinelli per la realizzazione delle musiche originali, la scenografia è stata disegnata da Lorenzo Tomacelli giovane artista di talento, i costumi (straordinari) da Francesco Dambra. Nel cast fanno parte anche nove over 65 che hanno preso parte al laboratorio teatrale tenuto dalla associazione in partnership con l’Assessorato alle Politiche Sociali.

L’obiettivo dell’associazione è quello di rendere lo spazio teatrale del Convento un punto culturale per la parrocchia.

Condividi per favore sui tuoi social preferiti

Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Autore dell'articolo: Cristiana Lenoci

Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Lascia un commento