La storia che non sapevi sull’8 Marzo, la festa della donna.

L’8 Marzo è dal 1977 la giornata mondiale dedicata alla donna, ma cosa si cela dietro questa ricorrenza tutta al femminile? Quali sono le motivazioni che hanno spinto a dipingere di rosa un giorno specifico dell’anno?

Tra miti e realtà:

Ci sono molte leggende che narrano come sia nata la festa della donna, ma la preferita si riallaccia ad un tragico fatto di cronaca nera datato 1908. Difatti la festa delle donne non sarebbe altro che la ricorrenza dell’incendio che colpì un’industria tessile in centro a New York, nella quale persero la vita tutte le giovani dipendenti che vi lavoravano.

Ma di tale fabbrica, incendio e fatalità non vi è alcuna traccia negli archivi storici statunitensi, il che quindi fa solo sfatare tale leggenda e pensare a come ha coperto a lungo l’effettiva epifania di tale ricorrenza.

La verità:

La realtà infatti è ben diversa e si riallaccia a degli ideali e lotte d’emancipazione delle donne avvenuta in quegli anni, ai diversi movimenti politici di stampo femminista. Donne coraggiose e indipendenti che scendendo in piazza lottarono per i propri diritti e per i diritti di coloro che l’avrebbero seguite.

Una storia lunga e frastagliata che vede la femminilità unirsi alla determinazione e vincere le ingiustizie che da sempre hanno vittimizzato la loro storia.

Dal VII Congresso della II Internazionale socialista a Stoccarda del 1907, all’ufficializzazione del “Women’s Day” del 1909 degli Usa, al 1917 a San Pietroburgo, manifestazione condotta dalle donne per la fine della II° guerra Mondiale e per la caduta dello Zarismo; prende vita l’idea di festeggiare il coraggio di queste donne e di rendergli onore. Solo nel 1977, l’8 Marzo fu istituito a giornata mondiale delle donne.

Festeggiamoci in the right way:

Oggi la festa della donna ha un po’ perso il suo valore iniziale. Vista come un giorno di libertà dalla routine familiare e lavorativa, con uscite, vizi e del tempo da dedicare a se stesse è diventata un passe-partout dalla vita frenetica vissuta da ogni donna.

Ma comunque sia il modo di festeggiare l’8 Marzo e la donna, non dimenticate mai di regalare a vostra moglie, mamma, fidanzata, sorella o amica, una semplice mimosa. Un gesto che seppur piccolo, ha un significato immenso.

 

 

 

Condividi per favore sui tuoi social preferiti

Ciao, mi chiamo Letizia Trenti, ho 22 anni e sono una studentessa universitaria fiorentina iscritta a Lettere Moderne. Scrivere ha sempre fatto parte di me fin dall'infanzia e nel crescere ho appreso che questa passione, così profondamente radicata, potesse darmi un'effettiva possibilità di carriera. Curiosa ed intraprendente cerco sempre di scovare news e novità accattivanti ed interessanti per me e per chi avrà il desiderio di leggere i miei articoli.

Autore dell'articolo: Letizia Trenti

Ciao, mi chiamo Letizia Trenti, ho 22 anni e sono una studentessa universitaria fiorentina iscritta a Lettere Moderne. Scrivere ha sempre fatto parte di me fin dall'infanzia e nel crescere ho appreso che questa passione, così profondamente radicata, potesse darmi un'effettiva possibilità di carriera. Curiosa ed intraprendente cerco sempre di scovare news e novità accattivanti ed interessanti per me e per chi avrà il desiderio di leggere i miei articoli.

Lascia un commento