Il film “Totò Gambe d’oro” girato a Cerignola è stato un flop?

Anche gli appassionati di pellicole che hanno come protagonista il grande attore partenopeo Totò lo ammettono: il film girato a Cerignola, intitolato “Totò gambe d’oro” non è stato un successo come ci si aspettava.

Nella pellicola del 1958, in cui il Principe Antonio De Curtis interpreta il barone Luigi Fontana, presidente della squadra calcio di Cerignola, ci sono sketch che sono rimasti però memorabili: quando Totò esclama “Sono un barone eletto dal popolo”, oppure “Ah, se ognuno si facesse gli incassi propri”, e “Fortuna audax Juventus”. La trama non è articolata: Totò è il barone Fontana che vuole vendere per fare soldoni la squadra di cui è presidente, il Cerignola. Nella squadra però gioca come mezzala il fidanzato della figlia, Aldo.

Le musiche di Lelio Luttazzi esaltano le scene amarcord di un’Italia in cui il gioco del calcio, a differenza di quello che avviene oggi, era ancora e semplicemente una festa.

Anche se si tratta di un film vivace e spensierato, i critici lo hanno bocciato. Di certo, non figura tra i migliori film di Totò, che in quel periodo aveva una malattia agli occhi che gli rendeva difficile la lettura del copione. Nonostante tutto, a dispetto della critica poco clemente, ai cerignolani piace ricordare questo film girato qui con un grande maestro della comicità partenopea quale è stato Totò.

Condividi per favore sui tuoi social preferiti

Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Autore dell'articolo: Cristiana Lenoci

Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Lascia un commento