Giuseppe Tatarella: sono trascorsi venti anni dalla sua morte

“Pinuccio” Tatarella, come veniva chiamato soprattutto dai cerignolani che lo stimavano come persona e come politico, è morto il 7 Febbraio del 1999. La sua carriera politica è stata lunga e costellata di grandi successi e soddisfazioni. Erano altri tempi, quelli in cui i politici rispettavano gli avversari e non si lasciavano andare a pettegolezzi e bassezze.

Nel 1979 Giuseppe Tatarella, fratello di Salvatore (che fu sindaco di Cerignola), fu eletto alla Camera dei Deputati nella schiera del Movimento Sociale Italiano, facendosi portavoce in Parlamento delle esigenze dei pugliesi.

A lui si deve la nascita del partito di Destra “Alleanza Nazionale”, di cui fu capogruppo dal 1995 fino alla sua morte. Ha ricoperto anche il ruolo di Ministro delle Poste e delle Telecomunicazioni con il primo governo retto da Berlusconi.

Proprio per ricordare il politico ma anche l’uomo che è stato Giuseppe Tatarella, Cerignola, sua città di origine, gli ha intitolato sia l’ospedale che alcune strade.

Condividi per favore sui tuoi social preferiti

Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Autore dell'articolo: Cristiana Lenoci

Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Lascia un commento