Attacco alle forze dell’ordine a Cerignola: incendiata auto del comandante dei Carabinieri

E’ successo la scorsa notte. Le fiamme hanno distrutto l’automobile del comandante dei carabinieri

Pesante intimidazione a Cerignola nei confronti dei Carabinieri. Nella tarda serata di ieri, ignoti hanno dato alle fiamme l’automobile di proprietà del comandante della Compagnia dei Carabinieri di Cerignola, il capitano Michele Massaro. L’auto era parcheggiata in via Toppo Le Ceneri, nel comune ofantino. Il rogo ha distrutto il vano motore e parte dell’abitacolo.

Sul posto, dopo pochi minuti, sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno escluso la pista del corto circuito.  Gli inquirenti stanno analizzando le immagini delle telecamere di videosorveglianza installate nella zona.

Nelle ultime settimane i militari dell’Arma hanno intensificato i controlli nel rione popolare San Samuele ritenuto un piazza di spaccio della droga.

La solidarietà del sindaco di Cerignola, Francesco MettaLa mia più totale vicinanza e solidarietà al Capitano Michele Massaro, Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Cerignola, per il vile e disgustoso atto ai danni della sua auto messo a segno dai soliti nemici della Nostra Città, nemici della giustizia e della legalità”. “Questi sono episodi che non devono e non possono scoraggiare e spaventare coloro che quotidianamente si sacrificano per lo svolgimento di un servizio determinante e fondamentale per la Nostra Comunità, teso al rispetto della Giustizia e della Legalità. Sono certo che il Comandante Massaro non si lascerà affatto impressionare, che l’intera Compagnia dei Carabinieri troverà maggiore determinazione nell’affrontare chi vive nell’illegalità. Questi sono atti che non scoraggiano ma fortificano”.

Esprime vicinanza al Comandante anche il Vescovo di Cerignola-Ascoli Satriano, sua eccellenza monsignor Luigi Renna: “Esprimo solidarietà e vicinanza al Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Cerignola, il capitano Michele Massaro, per il vile atto a danno della sua auto compiuto da ignoti questa notte”. “Sono vicino al capitano Massaro – continua il Vescovo – e a tutte le Forze dell’Ordine per il grande servizio che, quotidianamente, svolgono sul territorio per il rispetto della giustizia e della legalità. Questi episodi non devono impressionarci, né tanto meno spaventarci”. È un appello ad andare avanti, quello del pastore della Chiesa locale, e a non lasciarsi intimorire per continuare a contrastare la prepotenza e l’illegalità, affidando – è la sua conclusione – “tutti alla preghiera”.

 

Autore dell'articolo: Antonio Dilorenzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *